Sarah Carroll, La ladra di sguardi

Una madre tossicodipendente e alcolista, dopo anni trascorsi sulla strada, trova rifugio con la figlioletta in un vecchio mulino abbandonato. Costretta dalla madre a restare sempre all’interno per non essere notata dai servizi sociali, la bambina passa il tempo a spiare la gente dall’alto di quello che considera il suo “castello”, fantasticando sulle loro vite.
Un giorno, ha la sensazione che nel mulino ci sia un’altra presenza invisibile e, con l’aiuto di un senzatetto con cui ha fatto amicizia, cerca di scoprire chi sia quel fantasma e cosa si nasconda nel passato della madre.

Una storia non facile, dura e diretta ma anche molto toccante, con un finale inaspettato. Il libro è stato pubblicato nel 2018 da Il battello a vapore.