Michael Morpurgo, Il ragazzo che non uccise Hitler

ragazzo che non uccise hitler

Secondo classificato nella XIII edizione del concorso Xanadu, 2016-2017

Siamo nel 1940, in Inghilterra. Dopo il bombardamento di Coventry, il piccolo Barney e sua madre sono in procinto di lasciare la città per trasferirsi dalla zia materna. Il loro treno, però, è costretto a fermarsi in una galleria per sfuggire all’attacco dei bombardieri tedeschi. Nel buio dello scompartimento, uno sconosciuto inizia a raccontare a Barney la storia di un giovane fante inglese, poco più di un ragazzo, il quale, durante la prima guerra mondiale, si trova faccia a faccia con un giovane soldato tedesco, spaventato, ferito e disarmato. Stanco di uccidere, l’inglese decide di risparmiargli la vita, ignaro che quel gesto misericordioso cambierà per sempre la storia del mondo. Il giovane soldato tedesco, infatti, è Adolf Hitler.

Quando, il giovane inglese, ormai diventato uomo, scopre la vera identità del soldato salvato è assalito dai sensi di colpa e pensa di dover rimediare. Ma è giusto fare ora quello che allora sembrava ingiusto?

Il mio primo incontro con Michael Morpurgo, un autore che amo svisceratamente, in un romanzo straordinario, ispirato alla storia vera del soldato inglese Henry Tandey. Definirlo un romanzo per bambini, al di là della sua scorrevolezza narrativa, è riduttivo. Per me potrebbe essere apprezzato anche dai lettori adolescenti, in quanto la storia è leggibile a diversi livelli e affronta questioni profonde.

Michael Morpurgo
Michael Morpurgo

La mia idea è stata, piuttosto, quella di prendere spunto dalla sua vita per un racconto di fantasia che portasse la sua storia oltre la storia, nel tentativo di riflettere sulla vera natura del coraggio e sul dilemma in cui potremmo trovarci scoprendo che fare la cosa giusta potrebbe anche rivelarsi la cosa peggiore della nostra vita.

Michael morpurgo, tratto dal libro

Il romanzo originale ha vinto il Children’s Book Award 2017, unico premio letterario inglese a essere votato esclusivamente da bambini, e la Books for Younger Readers Category. Anche la versione italiana, pubblicata nel 2016 da Il battello a vapore, si è fatta onore.